Wednesday, December 20, 2017

“ Ti racconto una storia... SPL Sezze spa (I parte) ”

Nasce L'Italia in Comune

“ Ti racconto una storia... SPL Sezze spa.
Cari Amici, il Natale è alle porte. A Natale, si sa, siamo tutti più buoni. Non è un luogo comune: le tensioni, i malumori, gli screzi, come per magia, si dissolvono per lasciare il posto a sentimenti di amore, di fratellanza e di condivisione. In questo periodo, di solito la sera, dopo cena, ci si trova intorno ad un tavolo a giocare a carte, a sorseggiare del buon vino, e ...a raccontare storie . Noi di Sezze Bene Comune, oggi, vi vogliamo raccontare la storia fantastica della SPL Sezze spa.
La nascita della SPL Sezze spa risale al lontano 16 dicembre 2004, giorno in cui il Consiglio Comunale delibera la trasformazione dell’azienda speciale in società per azioni. Da quel giorno ad oggi, la nostra SPL Sezze spa è stata al centro di diverse vicende, che cercheremo di raccontarvi.
Nella favola della SPL Sezze le cose non potrebbero andare meglio: la raccolta differenziata raggiunge performance molto elevate e tutta la popolazione è ampiamente soddisfatta del servizio. Le strade vengono regolarmente pulite, scompaiono i cassonetti stracolmi di rifiuti, sorgono efficientissime isole ecologiche. E’ vero, alla tassa sui rifiuti, il nostro comune applica l’aliquota più alta, ma chi se ne importa! I cittadini pagano volentieri le tasse quando gli standard dei servizi pubblici sono elevati.
La SPL Sezze spa, originariamente, era amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un massimo di tre membri, ivi compreso il Presidente, nominati dell’Assemblea (art. 15 Consiglio di amministrazione del vecchio statuto).
Arriviamo all’anno 2015. Nella torrida estate di quell’anno, il Consiglio Comunale del 22 giugno approva una importante modifica dello Statuto della SPL. Nello specifico vengono modificati l’art.8 (Organi della Società ) e l’art.15 (Consiglio di Amministrazione) , introducendo la possibilità di nominare, al posto del Consiglio di Amministrazione, un Amministratore Unico. Questa scelta non poteva che essere mossa da un nobile intento: contenere i costi di funzionamento, ridurre le spese e creare un modello di gestione più efficiente ed efficace, anche alla luce di quanto previsto dalla Legge di Stabilità . Per i lettori più attenti e curiosi, consigliamo un approfondimento sul sito del Comune ( Delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 22/06/2015 con il relativo allegato b e una bozza del nuovo Statuto). Logica avrebbe voluto che la bozza dello Statuto venisse pubblicata in tempi ragionevoli, ma nelle storie di fantasia il tempo non corrisponde mai a quello della vita reale e così, per oscure ragioni, la bozza resta là, assopita come una bella principessa, vittima di un misterioso incantesimo.
Poi, finalmente, il maleficio svanisce e il sito della SPL Sezze spa, qualche giorno fa, annuncia, con orgoglio, ai cittadini setini che il Consiglio Comunale, il 22 giugno 2015 (!) ha approvato le modifiche allo Statuto.

Il Movimento Sezze Bene Comune, più volte aveva fatto rilevare sia in Consiglio che nelle Commissioni, che sul sito istituzionale della SPL Sezze spa risultava pubblicato ancora il vecchio statuto. Ma sono dovuti trascorrere oltre due anni perché la principessa si svegliasse.
A questo punto una riflessione si impone: quale è l’utilità di un sito istituzionale? é fin troppo banale dire che se è un mezzo di informazione per i cittadini e gli utenti, andrebbe costantemente aggiornato con informazioni utili e dettagliate, arricchito nei contenuti, nei servizi e nella modulistica. Anche questa ovvietà , nello strano paese in cui abitiamo, suona come una stravaganza. Il lettore però non si rilassi. La tormentata storia dello Statuto della SPL non è ancora giunta al lieto fine e al Consiglio Comunale del 21 ottobre 2017, con un clamoroso colpo di scena, torna al centro di intensi ed accesi dibattiti.
Il quarto punto all’ordine del giorno del Consiglio prevedeva le modifiche dello Statuto per l’adeguamento al D.Lgs 175/2016 Testo Unico in materia di società a partecipazione Pubblica. La normativa stabiliva , originariamente, quale termine per l’adeguamento degli statuti delle società a controllo pubblico, il 31 dicembre 2016. Successivamente tale termine veniva prorogato al 31 luglio 2017. Nel nostro paese la nozione del tempo è, come abbiamo già raccontato, molto vaga e lo statuto è stato adeguato alla nuova normativa solo il 21 ottobre 2017. Ma, nel mondo delle fiabe, tre mesi di ritardo sono un battito di ciglia!
Cari Lettori la prima parte della storia della SPL Sezze spa è giunta al termine. Vi lasciamo con due interrogativi:

come è stato modificato lo Statuto della SPL?
Quanti giorni, mesi, anni impiegheranno ad aggiornare il sito internet della SPL Sezze spa con il nuovo statuto?


Fonte:
Sezze Bene Comune facebook

altro →

Monday, December 4, 2017

“ Nasce L'Italia in Comune ”

Nasce L'Italia in Comune

“ Nasce L'Italia in Comune. È necessaria una politica che metta il cittadino e le sue necessità quotidiane davvero al centro. Oggi, in uno scenario nazionale in cui i partiti tradizionali e quelli di nuova concezione non sono più in grado di rappresentare le istanze delle comunità. Le consigliere comunali di SBC. “

Fonte:
Movimento SBC

altro →

Sunday, December 3, 2017

“ Il dialogo continua e noi siamo qui per ascoltare.... ”

Video: Il dialogo continua...

“ Il dialogo continua e noi siamo qui per ascoltare...

In un discorso, pare, la prima frase è sempre la più difficile.
E dunque l'ho già alle mie spalle..." così iniziava lo splendido intervento di ringraziamento della poetessa polacca Wislawa Szymborska quando le fu conferito il premio Nobel.
Ma anche le frasi successive sono difficili. In generale comunicare è un'attività complessa e se lo è per i poeti, per noi diventa un'impresa decisamente più impegnativa.
Possiamo scegliere a quali regole attenerci, ma crediamo che i principi più importanti da seguire, in qualunque tipo di dialogo, siano quelli della chiarezza e della obiettività.
Il nostro discorso riprende da qui, da queste certezze e dalla volontà di rendere partecipi i cittadini di Sezze della attività che il movimento civico SBC ha iniziato a svolgere all'interno del Consiglio Comunale.
Per questo ci è sembrato opportuno riprendere le fila di questa comunicazione con il paese, proprio dalle parole dette in occasione dell'insediamento delle due consigliere. Il dialogo continua e noi siamo qui per ascoltare, oltre che per dire la nostra e per portare avanti il nostro programma. “

Fonte:
Movimento SBC

altro →

Wednesday, November 15, 2017

“ LONDRA, NASCE IL PARCO GIOCHI PER GIOCARE CON NORMAN FOSTER ”

 LONDRA, NASCE IL PARCO GIOCHI PER GIOCARE CON NORMAN FOSTER

“ La fondazione del cantante Bryan Adams regala un nuovo Playground a una scuola, e lo realizza un archistar.
Non solo grattacieli acciaio e vetro per Foster + Partners, questa volta lo studio dell’archistar si è visto alle prese con il disegno di un parco giochi, e il progetto è più speciale del solito. A finanziarlo la Bryan Adams Foundation; esatto, proprio quella del Bryan Adams di “Everything I Do” e “Summer of ’69”. Due nomi importanti per un risultato inaspettato e sorprendente. Abbandonate immediatamente l’immaginario tech e avveniristico un po’ alla Blade Runner che vi viene in mente se pensate a Norman Foster. Immaginate invece i “Goonies” e “Hook Capitano Uncino,” perché il children’s playground dell’Ashburnham Community School di West London non ci va tanto lontano. ... Continua

Fonte:
elledecor.it

altro →

Tuesday, October 31, 2017

“ Parco lineare di Sezze Scalo ”

Video del Parco Lineare

“ Dal Programma elettorale di Sezze Bene Comune, alla pagina 19.
Fase 3 : Obiettivi a lungo termine.
a) Parco lineare di Sezze Scalo, realizzazione di un asse ciclo-pedonale di collegamento tra il monumento naturale presso la ex cava di Petrianni (Orme di Dinosauro) e l'Arnalo dei Bufali con l'ipotesi di valorizzare tutte le emergenze archeologiche collocate lungo il tragitto.
Particolare attenzione verrà posta anche al sito del Lago Mole Muti con l'obiettivo di valorizzare l'area naturalistica secondo le direttive della Comunità Europea.... “

Fonte:
Movimento SBC

altro →

Tuesday, October 24, 2017

“ Kubrick, la fantascienza e la SPL ”

 Kubrick, la fantascienza e la SPL

“ Kubrick a Sezze avrebbe trovato infinite ispirazioni per la sceneggiatura di un suo film.
Vediamo già la locandina: “Odissea nello spazio setino: 21 ottobre 2017”. Naturalmente si tratterebbe di un film di fantascienza, e la scena si svolgerebbe in un’aula consiliare con tanti personaggi, convocati in via straordinaria, per sentire ciò che tutti già sapevano ma che, inspiegabilmente, veniva tenuto nascosto agli abitanti di questo strano paese.
In questa scena surreale troverebbe finalmente spazio il protagonista assoluto del film, il Prof. Bernardino Quattrociocchi, amministratore delegato di una misteriosa Società : la SPL S.P.A.
Cosa dirà il professore? Quali importanti verità rivelerà alla attonita assise? L’amministratore, suscitando lo stupore dei più, dirà semplicemente quello che in paese si sapeva già da tempo, persino nelle chiacchiere da bar, e cioè che la gestione di questa strana creatura, la SPL appunto, prima dell’arrivo del professore, è stata fallimentare e tutto il paese rischia di essere trascinato verso una catastrofe finanziaria.
Purtroppo non si tratta di una finzione perchè al consiglio comunale straordinario del 21 ottobre 2017le “rivelazioni” dell’amministratore delegato della partecipata hanno confermato la gravissima situazione della società.
La cosa singolare, però, è che i membri della maggioranza, non sembravano coscienti della enormità delle dichiarazioni di Quattrociocchi, preoccupati come erano solo di prendere le distanze dalla precedente amministrazione e continuavano, pateticamente, a sottolineare “l’inversione di tendenza” che si sarebbe innescata con la nuova consiliatura. Ma finora dove erano questi politici? Non sedevano forse agli stessi banchi che occupano ora? Non avevano mai avuto occasione di visionare i bilanci dell’unica società partecipata comunale che gestisce servizi essenziali della collettività setina? Durante dieci lunghi anni nessuno si era reso conto che la SPL era sull'orlo del precipizio? E, in caso positivo, cosa avevano fatto, concretamente, per impedire questa deriva?
Ma le stranezze non si fermano qui. In occasione di una riunione della Commissione Gestione, Risorse e Programmazione in cui si discuteva della possibilità di modificare l’articolo dello Statuto della SPL relativo agli organi della società, la commissione stessa aveva espresso parere negativo in ordine al mantenimento un Consiglio di amministrazione di tre o cinque membri o, alternativamente, di un amministratore unico. In sostanza la Commissione si era espressa per abbandonare l’ipotesi di un Consiglio di Amministrazione in favore della figura dell’amministratore unico.
Le ragioni della scelta erano dettate anche dall’evidente risparmio economico per la società: moltiplicare le cariche, e le retribuzioni, in un momento di crisi così evidente era sembrato irragionevole. Invece tale orientamento, sempre in occasione del consiglio straordinario del 21 ottobre scorso, non è stato condiviso. E’ stato detto che bisognava mantenere aperto “un ventaglio di possibilità”, riservandosi, quindi, il Comune, il diritto di nominare un consiglio per la SPL di tre o cinque membri, in spregio a quelle regole di buon senso che dovrebbero spingere l’ente verso il contenimento delle spese. E’ stato altresì rimarcato che il Consiglio Comunale è sovrano e che, in tale sua posizione di autonomia può assumere tutte le decisioni a prescindere dal lavoro delle commissioni. A questo punto ci si chiede quale valore hanno le deliberazioni delle commissioni, se il loro lavoro può essere allegramente disatteso? Che senso ha convocare una commissione, elargire gettoni di presenza, studiare atti e documenti, se poi il lavoro viene vanificato senza troppe spiegazioni in Consiglio Comunale?
Alla luce di queste riflessionile rappresentanti del movimento SBC hanno deciso sospendere la propria partecipazione alle prossime commissioni, finche non verrà dato il giusto riconoscimento al lavoro che viene svolto in questi organi, mentre continueranno a vigilare con la massima attenzione sull’operato del Consiglio. “

Fonte:
Movimento SBC

altro →

Sunday, October 8, 2017

“ Le donne Consigliere di SBC e il loro stare in disparte ”

 Le donne Consigliere di SBC e il loro stare in disparte...

“Ieri è stato pubblicato sul giornale on line Mondo Reale un articolo che ci dimostra, ancora una volta, come spesso il giornalismo locale, probabilmente in affanno di contenuti, riesca a “fare notizia” anche quando notizia non c’e’.
Apprendiamo dall’articolo che il movimento civico Sezze Bene Comune sarebbe una realtà politica diversa dalla coalizione Biancoleone e pensare che nessuno, finora, lo aveva notato! Solo l’acume giornalistico della stampa è riuscito, finalmente, a svelare questo arcano mistero, a dirimere le nebbie che avvolgevano i confusi elettori setini i quali, da ora in avanti, saranno consapevoli che votare l’una o l’altra coalizione non è esattamente la stessa cosa.
Siamo certi che gli stessi componenti della coalizione Biancoleone rivendichino, giustamente, la loro identità politica, così come Sezze Bene Comune è orgogliosamente consapevole della propria unicità nel panorama politico setino.
Preso atto della ovvietà riportata nell’articolo, ed entrando nel merito del contenuto è necessario fare delle precisazioni.
Quanto alla mancata partecipazione alla conferenza stampa voluta dalla coalizione Biancoleone, è opportuno precisare che la stessa è maturata da una scelta comune ed è stata condivisa dal movimento. La democrazia delle scelte è un valore fondante del movimento SBC che discute in assemblea le proprie linee politiche e le iniziative e non ha bisogno dei social per confrontarsi, come purtroppo accade al PD con diatribe francamente imbarazzanti.

A breve, peraltro, seguirà una conferenza stampa del movimento SBC presso la propria sede, nella quale si farà il punto del nostro lavoro svolto dai banchi dell’opposizione nei primi cento giorni dall’insediamento del nuovo consiglio comunale. Sin da ora, però, ci preme sottolineare che la mancata partecipazione alla conferenza voluta da Biancoleone, non significa, come tendenziosamente il giornale sembrerebbe adombrare, che il nostro movimento aderisca in qualche modo alla linea politica della maggioranza. La distanza tra la visione politica del movimento e la maggioranza è siderale e lo abbiamo dimostrato da subito, anche in campagna elettorale, stigmatizzando tutti i comportamenti propri di un certo modo di fare politica che non ci possono appartenere. Si può fare opposizione in modi diversi e noi intendiamo restare fedeli al nostro progetto politico, con le modalità che riteniamo più consone alle nostre idee , in modo costruttivo e consapevole.
In merito alle scelte adottate nell’ultimo Consiglio Comunale, contrariamente a quanto riferito nell’articolo, le consigliere di SBC hanno espresso voto contrario al DUP ( Documento Unico di Programmazione) e si sono astenute in merito al voto sulla cessione delle quote della Compagnia dei Lepini. Le scelte sono state dettagliatamente motivate, come risulta dal verbale della seduta. Questo sia detto perché, contrariamente a quanto la stampa riferisce, “le donne di SBC” non “stanno quasi in disparte”, ma fanno una opposizione seria, non urlata e finalizzata a perseguire il bene della collettività nel rispetto del mandato ricevuto dagli elettori.


Fonte:
Movimento SBC

altro →

Friday, July 21, 2017

“I primi (inutili) 30 giorni della nuova amministrazione”

 I primi 30 giorni...

“Quando il movimento SBC ha deciso di “scendere in campo”, affrontando, consapevolmente, le insidie e le difficoltà di un percorso politico faticoso ma entusiasmante, non potevamo immaginare che ci saremmo trovati a fronteggiare il nulla.
Perché tale è il panorama di desolante inerzia che ci troviamo di fronte. E’ trascorso un mese dalla elezione del nuovo apparato politico e nessun segno di vitalità amministrativa ci giunge dal Palazzo. Dopo la fiorita cerimonia di insediamento del Consiglio, a cui è seguita la anomala presentazione di cinque cittadini, individuati quali assessori del nulla, ancora non ci è dato conoscere le funzioni e le attribuzioni di ciascuno. Cosa pensare? Perché il primo cittadino è in difficoltà nell’assegnare le deleghe?
Non vogliamo credere che il lungo ( troppo lungo ) periodo trascorso dipenda dalla negligenza del neo Sindaco. Ma, d’altra parte, se tale pausa di riflessione dipendesse da altre cause: faide interne, necessità di accontentare i non eletti, insomma dalle famose logiche spartitorie a cui per decenni ci hanno abituati, la mancanza non sarebbe, evidentemente, meno grave.
Per questo il movimento SBC ritiene che il Sindaco debba al più presto formalizzare gli incarichi alla sua Giunta senza deleghe, anzitutto per dare un segnale di rispetto ai cittadini che hanno accordato la loro fiducia a questo “nuovo” governo. Le gravi emergenze che purtroppo stanno flagellando il nostro territorio, non ultimo l’accanirsi degli incendi con una frequenza e una gravità che raramente abbiamo riscontrato, imporrebbero un intervento efficace e immediato del Comune, sotto il controllo e la direzione di un assessore all’Ambiente competente.
Ma tale assessore non c’è. E mentre si continua a riflettere, ettari di bosco vanno in fumo”. E’ quanto sostengono in una nota i rappresentanti del movimento politico setino.
Fonte:
www.mondoreale.it
Onirika Edizioni

altro →

Monday, July 3, 2017

Opposizione e non Minoranza

 Amministrazione Condivisa

Signor Sindaco, spettabile Giunta e cari Colleghi Consiglieri Comunali, vi porgo gli onori dei saluti a nome del Gruppo Consiliare di Sezze Bene Comune che ringrazio non solo per aver condotto insieme agli altri candidati delle Liste di SEZZE BENE COMUNE, SBC GIOVANI, CITTADINO RINASCE e a tutti i nostri sostenitori una straordinaria campagna elettorale per il cambiamento di questo paese, ma anche, per aver scelto di affidarmi un ruolo così importante come quello di guidare l’azione politica di opposizione in questa Aula. Questa Assemblea Elettiva che istituzionalmente si chiama Consiglio Comunale e che di fatto, e preferiamo chiamarla così, è la casa di tutti i cittadini di Sezze.
Da questi banchi, per i prossimi cinque anni di mandato, daremo il nostro contributo con impegno, attenzione e dedizione, come è giusto che ogni eletto faccia per rappresentare le istanze della comunità che va ad amministrare, senza infingimenti, con onestà e soprattutto senza interessi personali nel pieno rispetto della trasparenza e della legalità che sono fondamento della gestione della cosa pubblica. Noi lo faremo!
In questo Consiglio Comunale il nostro Gruppo Consiliare rappresenta il 15% dei cittadini che si sono recati alle urne elettorali lo scorso 11 giugno, è bene sottolinearlo e ricordarlo sempre, tanto ci dice il risultato elettorale, risultato che ci ha visti distanziati dal Partito Democratico di un solo 9%, con un dato di fatto evidente a tutti, ovvero che il 34% circa dei cittadini aventi diritto al voto ha deciso di non esprimere la propria opinione astenendosi dal voto. Un dato che dovrebbe far riflettere tutti.
In questa Assemblea Elettiva dunque non ci chiameremo mai minoranza quanto piuttosto saremo fieri di definirci opposizione.
Ma come è giusto che sia e con l’alto senso delle istituzioni che ci contraddistingue svolgeremo le nostre funzioni con responsabilità ed imparzialità, rappresentando le istanze di tutti i cittadini e combattendo con ogni energia i tornaconti personali se mai ci fossero.
Saremo dunque opposizione vigile, critica, dura ed intransigente quando occorrerà tanto quanto saremo costruttivi e propositivi per concorrere a migliorare questo paese drammaticamente trascurato e portato alla deriva economica e culturale da una gestione che ha allontanato volutamente i cittadini da questo Palazzo con la conseguente sfiducia nei confronti delle istituzioni (vedi il 34% dei non votanti). Il nostro ruolo non lo svolgeremo a chiacchiere, ma con gli strumenti che la legge, lo statuto comunale e i regolamenti ci affidano attraverso proposte di deliberazione di iniziativa consiliare, emendamenti, interrogazioni, mozioni e ordini del giorno. Il Programma Elettorale di Sezze Bene Comune, offre soluzioni efficaci per la città che riproporremo a questa maggioranza proprio per il bene della nostra Comunità.
La nuova giunta che oggi avete varato, stranamente senza deleghe, ci fa immediatamente “constatare” la mancanza di una figura cardine, professionalmente qualificata, che avrebbe dovuto svolgere un ruolo fondamentale per la città teso alla riorganizzazione, rivitalizzazione e riqualificazione del territorio. Sul resto dei componenti, i quali si affacciano per la prima volta alla gestione politico-amministrativa, ci riserviamo valutazione di merito, mentre rileviamo, in continuità con la vecchia macchina amministrativa, la presenza di alcune figure che sono espressione di una politica sorpassata e non più adeguate alle esigenze odierne che necessitano invece di competenze per una progettualità ad impianto europeo.
Lei, Signor Sindaco, nelle sue dichiarazioni in campagna elettorale ha affermato che a luglio assisteremo all'inaugurazione del Nuovo Depuratore. Noi siamo qui, a verificare se questa sua dichiarazione, così come le altre enunciate nel vostro programma, avranno puntualmente corso.
Io e la consigliera comunale Eleonora Contento, insieme a tutti i componenti del movimento Sezze Bene Comune, auguriamo infine, a lei signor Sindaco, al Presidente del Consiglio, alla Giunta e a tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione, un buon inizio con l’auspicio della rinascita civile e democratica della città di Sezze.
Saluto e ringrazio tutti per l'attenzione.
Rita Palombi

Articolo...

altro →

Tuesday, June 27, 2017

Il dopo elezioni....

Il dopo elezioni per SBC...

Una riflessione a distanza di qualche giorno dalle elezioni amministrative e' atto doveroso. Ancor prima, però, è necessario ringraziare i quasi duemila elettori che hanno espresso, con il loro voto, fiducia al movimento SBC, alle donne, agli uomini e ai ragazzi che per la prima volta hanno presentato la loro candidatura in queste elezioni.
Come neo movimento, ci riteniamo soddisfatti per aver raggiunto la soglia del 15 % dei consensi, ove si consideri la scelta di fondo di non inserire in lista persone cosiddette "portatori di voti" che avessero ricoperto cariche di assessorato o consiliatura.
La nostra campagna elettorale si e' fondata sulla massima trasparenza, correttezza e democrazia, attingendo voti da un elettorato libero e senza condizionamenti o pressioni di alcun genere. Questa è la nostra principale ragione di orgoglio e di forza.
Siamo convinti di poter continuare la strada intrapresa . Il nostro percorso come impegno civico, sarà quello già indicato in campagna elettorale: da una parte la ricucitura sociale e dall'altra un'azione amministrativa di opposizione costruttiva legata alla visione del bene comune.
Saremo i primi a condividere scelte amministrative coerenti con il nostro programma e i primi a fare opposizione ferma su questioni per noi insindacabili.
A tal fine, auspichiamo di avere al più presto una giunta di alto profilo, così come più volte dichiarato dal neo sindaco Sergio Di Raimo.
Per noi la giunta di alto profilo dovrebbe essere caratterizzata essenzialmente dalle competenze professionali di ciascun assessore, nell'ambito del settore entro cui opera. Avere cioè capacità tecniche e politiche in grado di reperire fondi europei e in grado di circondarsi di uno staff di giovani creativi. Sicuramente personalità di spessore con esperienza e curriculum.
Insomma una squadra di governo scelta sulla base della meritocrazia e lontana da logiche spartitorie di potere spicciolo e feudale che sono lontano anni luce dalla nostra visione della buona politica.

altro →