na lettera aperta da parte del Comitato Belvedere di Sezze indirizzata agli organi politici ed a tutta la cittadinanza, invita ad un’azione concreta per il Belvedere di Sezze.
Il cuore della lettera recita le testuali parole:
“Chiediamo ufficialmente di ritirare il progetto iniziale e di sostituirlo con un nuovo progetto che preveda, al termine del doveroso iter di approvazione, il posizionamento della statua, se donata al patrimonio pubblico, sì in Piazza S. Maria ma nelle adiacenze dell’ingresso laterale destro della Cattedrale, subito prima dell’ingresso nei locali della canonica, o nello stesso spazio del belvedere ma posizionato sulla sinistra, di lato, addossato al muro della canonica del parroco, proprio sotto il balcone, in modo da tener il più possibile libera la magnifica visuale quando osservata dal centro piazza. Questo Comitato si impegna a sostenere il nuovo progetto e ad organizzare iniziative che possano portare, in collaborazione con il Comune di Sezze, ad una raccolta fondi tra i cittadini, con processi di crowdfunding, da destinare al restyling complessivo dell’area, magari attraverso un concorso di idee per progettisti di settore. “
Come Movimento Civico, siamo convinti che la sintesi tra le parti si raggiunge con il dialogo costruttivo. In virtù di quanto accaduto ed in accordo con le consigliere Palombi e Contento che ci rappresentano, sentiamo il dovere di sostenere la proposta del comitato con l’invito rivolta a tutte le forze politiche e civiche nel fare altrettanto.
L’umanità può vivere senza la scienza, può vivere senza pane, ma soltanto senza la bellezza non potrebbe più vivere, perché non ci sarebbe più niente da fare al mondo! … La scienza stessa non resisterebbe un minuto senza la bellezza. cit.